Il Piano dell’Offerta Formativa, già disciplinato nell’art.3 del D.P.R. n.275 del 1999 (Regolamento sull'autonomia delle istituzioni scolastiche) è stato sostituito da Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF). Nella Legge n.107 del 13 luglio 2015 recante la “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”; si colgono i seguenti elementi di novità: 

Tempistica  

Ai sensi del comma 12 della legge 107 “le istituzioni scolastiche predispongono il Piano entro il mese di ottobre dell’anno scolastico precedente al triennio di riferimento. (…) Il Piano può essere rivisto annualmente entro il mese di ottobre”. Le eventuali revisioni devono essere pubblicate tempestivamente nel Portale unico dei dati della scuola. 

Natura del Piano 

Nel comma 1 dell’art. 3 del DPR 275/1999 come modificato dalla legge 107/2015 si dice che “il piano è il documento fondamentale costitutivo dell'identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell'ambito della loro autonomia”. E’ il biglietto da visita dell’Istituto che indica sia la ragione esistenziale di una scuola sia la direzione verso cui ci si intende muovere.  Contenuti  Il PTOF contiene la programmazione triennale dell’offerta formativa per il potenziamento dei saperi e delle competenze delle studentesse e degli studenti e per l’apertura della comunità scolastica al territorio con il pieno coinvolgimento delle istituzioni e delle realtà locali, come previsto nel comma 2 della legge 107. Il comma 7 indica una serie di priorità (ben 17!) tra le quali si possono scorgere: • potenziamento di aspetti curricolari • ampliamenti e arricchimenti del curricolo • sviluppo di aree opzionali ed elettive • attenzioni a dimensioni valoriali e civiche . Elemento innovativo è l’inserimento nel PTOF dei fabbisogni e delle azioni formative per il personale. • Già esisteva l’obbligo del Piano della azioni formative di istituto (CCNL). • La formazione entra come dimensione strutturale (anche il dpr 417/1974 lo diceva), obbligatoria, permanente. 

Il piano è stato elaborato dalla Commissione PTOF designata dai docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal dirigente scolastico con proprio atto di indirizzo del 01/10/2015; 

- il piano ha ricevuto il parere favorevole del collegio dei docenti nella seduta del 13/01/2016 con delibera n.23 ;  - il piano è stato approvato dal consiglio d’istituto nella seduta del 13/01/2016 con delibera n.13 ;  - il piano, dopo l’approvazione, è stato inviato all’USR competente e al portale SIDI “ Scuola in chiaro”per le verifiche di legge ed in particolare per accertarne la compatibilità con i limiti di organico assegnato;  - il piano è pubblicato nel portale unico dei dati della scuola.